Offerte

Boutique hotel a Firenze

20 maggio 2013
boutique hotel a firenze

Lo stile unico ed originale ideato dell’architetto Benelli rende l’Hotel Brunelleschi un perfetto esempio di boutique hotel a Firenze. La filosofia alla base del lavoro di ristrutturazione dell’immobile è stata quella di creare un’immagine ottocentesca che però attraversi il tempo ed arrivi ad oggi, armonizzandosi con le necessità ed i gusti contemporanei. L’ospite deve percepire ed apprezzare l’architettura originaria ma si deve sentire nel suo tempo. Per questo motivo tutto è stato disegnato su misura.

Boutique hotel a Firenze centro storico

Per far percepire la presenza di Firenze all’interno delle stanze, le pareti sono decorate da quadri con elaborazioni dei monumenti principali e le porte in vetro dei bagni sono state rivestite da un disegno di particolari della Cappella dei Pazzi, progettata dal Brunelleschi. Alcune camere hanno una vista spettacolare sulla cupola del Brunelleschi o sul Campanile di Giotto, o guardano sulla suggestiva piazzetta del Giglio. Tutto è stato pensato e disegnato per ottenere un look molto italiano e fiorentino, a partire dai timpani sopra le porte delle camere che si rifanno ad archetipi rinascimentali ripresi nell’Ottocento. Il design delle camere segue degli schemi decorativi tardo ottocenteschi, con pavimenti in parquet di rovere di Slavonia tagliato appositamente in misure non standard, pareti trattate con imbiancature e decorate con riquadri e stucchi, soffitti molto alti. Nei bagni il rivestimento marmoreo delle pareti è in travertino, mentre i pavimenti sono in marmorino con sezioni contrassegnate da tesserine di vetro argentato.

La cura dei dettagli nel nostro boutique hotel a Firenze

Il letto in una camera è il fulcro ottico fondamentale e ricopre un ruolo importante all’interno dello spazio vitale. I letti delle nuove camere del Brunelleschi hanno delle testate alte in velluto, affiancate da specchio ai due lati, oppure un mezzo baldacchino a parete di un leggero tessuto trasparente. I colori scelti sono tre nuance sobrie e riposanti: un prugna violaceo (il colore di Firenze), un verde leggero e un tortora. I tessuti sono stati prodotti a Como e tinti appositamente a Prato, in quanto non esistono pronti in commercio. Scaldapiedi di pile in tinta rivestono il fondo del letto. I materassi sono i migliori in commercio, gli Heavenly Bed della Simmons, e sono forniti di 4 cuscini. Tende di un taffetà molto pesante incorniciano finestre dove la luce è schermata da veneziane di stecche di legno argentate, rigide ma preziose. Tutti i mobili sono stati disegnati dall’architetto, dai letti alle poltroncine, dalle capienti cabine armadio ai tavolinetti in acciaio, pelle e specchio.

Scoprite il migliore boutique hotel a Firenze!

Boutique hotel a Firenze

You Might Also Like